MINT 18 Problemi Scheda di Rete

linux_cry.jpg

Ciao, dopo qualche giorno di lavoro con Mint 18 devo dire tutto alla grande, nonostante qualche programmino da reinstallare, ma tutto normale.

Problemi invece su un computer “aggiornato dal 17 al 18” li abbiamo riscontrati con la scheda di rete (ora non possiamo sapere se solo su questa MB Asus), ma il problema è particolarmente antipatico, ma di semplice risoluzione.

Durante la navigazione, il pc in maniera casuale si disconnete da internet, e se non si riavvia non c’ è modo di andare avanti.

Abbiamo notato che è sufficiente lanciare questi due comandi di disabilitazione della lan e relativa riabilitazione.

Per prima cosa da terminale verifichiamo il nome della nostra scheda di rete con un

sudo ifconfig

schermata-del-2016-10-01-18-19-44

nel nostro caso eth0, a questo lanciamo un

sudo ifconfig eth0 down

e poi un

sudo ifconfig eth0 up

Inserendo questi due comandi in uno script da amministratore (quindi non basta su avvio) praticamente disabilitiamo la scheda di rete ed in automatico la rilanciamo.

Con questo sistema non abbiamo avuto + probemi di connessione.

Quanto prima per chi vorrà seguire l’articolo vi spiegheremo come e dove inserire i comandi nei file di autopartenza.

Grazie Arturo

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

NON TROVI LA PASSWORD UTENZA O TELEFONO ? PROBLEMA RISOLTO

Tutti oggi hanno il grande problema delle passwords, pin o nome utente, un calvario che tutte le volte che accediamo a un portale dobbiamo inserire, i browser ci sono venuti in aiuto registrando le nostre password e ce lo chiedono se vogliamo salvarle quando accediamo, ma se il nostro pc si rompe, oppure ripristino il browser, e se vado a casa di amici come accedo al mio account ?

Le password utilizzate in Chrome e in Android vengono salvate con Google Smart Lock e vengono rese disponibili su ogni dispositivo su cui hai eseguito l’accesso, non disperare se solitamente navighi con Chrome o Android le tue passwords potrebbero essere registrate quI http://passwords.google.com, una lista perfetta per chi non sa dove segnare le proprie passwords, creata da Google per noi ( ma se non lo hai chiesto ? )

Brutto scherzo per chi pensava di averle SOLO per se, forse da oggi meglio attivare con codice sicurezza messo a disposizione da Google, basta attivarlo e in caso di accesso da pc o smatphone non conosciuto richiede un codice che vi verrà inviato su vostro cellulare tramite sms attiva da qui https://myaccount.google.com/security o dal vostro account personale nella pagina home di google.

La procedura vi permetterà di tenere al sicuro le vostre passwords anche se secondo noi sarebbe meglio tenerle nascoste in qualche posto segreto, comunque la sicurezza informatica ha fatti grandi passi specialmente per i movimenti bancari a noi molto cari che sono protetti da token e/o firme digitali, al massimo perdendo le password di accesso al conto possono vedere le nostre giacenze sui beni mobili.

Di altro avviso per i conti online tipo Paypal o social come Facebook per questi account non si hanno grandi sicurezze ma in questo caso il browser non può registrare la password che stiamo utilizzando per la transazione, quindi è vero che possiamo recuperare la password smarrita se la registriamo sul nostro account google ma solo di quei siti meno importanti per cui tenetevi stretti le vostre chiavi di acceso al sicuro in posto segreto, in attesa che venga trovato un nuovo modo più semplice ma sicuro per accedere ai nostri servizi privati online.

In questa sezione potete far squillare il telefono per cercarlo se non lo trovate in casa o ufficio oppure GEOLOCALIZZARLO se attiva la ricerca del dipositivo, molto utile in caso di furto o smarrimento ( opzione non valida se viene rimossa la sim). ma affronteremo questo problema in altro momento.

Ricordatevi che il posto migliore per tenere al sicuro le cose private non è la rete pubblica, installate un server XNAS vi permetterà di avere i dati in un posto vostro non in un server di altre persone, visualizzabili online in qualunque momento da qualunque posto ci sia una connessione internet, fai un giro o chiedi informazioni /preventivo a info@sixma.it.

Grazie a tutti.

Dario

 

Cloud dove finisce la nostra privacy

Viviamo in un momento storico credo senza precedenti … Siamo pieni di foto sul nostro smartphone, fotografiamo di tutto, e spesso non ci rendiamo conto che non abbiamo nenache idea di dove mettiamo i nostri dati.

Parlando con amici (ignari di quello che accade in giro) ti dicono: “io ho tutto sul cloud” …

Ma qualcuno di voi si è mai informato di come sono fatti i vari cloud ? Sappiamo che esistono vari tipi con vari prezzi, ad esempio esistono i VPS, e quelli invece Server … Non voglio soffermarmi sulla differenza tecnica che sta nella scelta di chi gestisce lo spazio, che ha deciso se virtualizzare o se fornire hardware vero agli utenti  ovviamente, il prezzo è diverso per la scalabilità la ridondanza dei dati …

Ma il vero punto è: “CHI HA LE NOSTRE FOTO ED I NOSTRI DOCUMENTI ?” cosa succede se un giorno un hacker riuscisse a reperire tutto questo materiale ??

Un tempo avevamo le foto di carta … Avremmo mai lasciato il nostro album dei ricordi in mano a sconosciuti ??

IO NO !!!!!!!!!!!!! Ed oggi è la stessa cosa per quanto riguarda noi di Sixma Srl !

I NOSTRI DATI, LE NOSTRE FOTO sono su un NOSTRO CLOUD, altro non è che un piccolo server programmato e studiato in linux per poter raccogliere foto e documenti !

Questo server è piccolo e poco rumoroso ed è a casa nostra, o presso il nostro ufficio !!

SOLO NOI ABBIAMO ACCESSO AI NOSTRI DATI e possiamo sfogliarli come un normale cloud di quelli …. che conosciamo molto bene.

Software Libero e nessuna licenza da pagare ! Chiedeteci informazioni, oppure andate su http://www.sixma.it nella pagina informatica:

http://www.sixma.it/informatica.html

PRIMA DI AFFIDARE I VOSTRI RICORDI A QUALCUNO PENSATE BENE COSA STATE FACENDO !!!!!!

 

 

Linux e PhotoImpact

Sono sempre stato un simpatizzante e felice utilizzatore del PhotoImpact di Windows … Probabilmente meno potente del suo “blasonato” avversario PhotoShop (ma vorrei davvero verificare chi utilizza tutte le sue funzioni) .. Ed oggi mi sono cimentato nell’installazione del Photoimpact in versione 12 (quella mia preferita) su un sistema operativo Linux !

Finora con grande sorpresa e felicità sta funzionando … E come al solito ancora una volta linux come sistema operativo principale non mi fa rimpiangere il nostro amato windows.

Badate bene, non sono in WmWare o Virtual Box ma una semplice installazione con WINE .. a presto !!

Rimborso Licenza Windows

SIXMA SRL

Ok Ebbene si, questa è una notizia che nessuno vuole darci .. Probabilmente immaginerete da voi la motivazione a breve … Finito di leggere non crederete ai vostri occhi.

Tutto è cominciato con un bellissimo documentario su Linux e la sua nascita .. Beh non voglio annoiarvi, qualche pazzo negli anni 90 fece una causa a microsoft (non in Italia figuriamoci) ed ebbe il rimborso della licenza del software WINDOWS.

Infatti acquistando un computer, pagate anche la licenza di windows .. E SE NON MI SERVISSE ??!?!

Be la cassazione ha deciso quanto sotto:

"L'11 settembre 2014, la Cassazione ha sancito il diritto ad ottenere 
il rimborso della licenza di Windows pre-installata sui computer di 
nuovo acquisto se questa non viene accettata"

winwos

Non contento all'ora abbiamo scritto ad uno dei produttori di computer
 + grandi: ASUS ... questa la risposta:


Gentile cliente,

la presente per confermarle che è possibile richiedere il rimborso del
sistema operativo, è necessario in ogni caso il numero di serie del
notebook.
Cogliamo l' occasione per porgere 
cordiali saluti

Asus Help Desk
Tel: 199 400 089
Fax: 02 455 00 703
Web: www.asus.it
XCHE' NESSUNO CE LO DICE ??? 
SIXMA SRL Continuerà a verificare anche gli altri BRAND e vi aggiornerà !!

Arturo

 

Sistemi Operativi Linux Mint18

SIXMA SRL Dopo oltre 20 anni di informatica di passione per tutto quello che assomigliava ad un computer, dopo esser cresciuto con mamma Commodore, aver conosciuto il C64/128, e soprattutto aver amato nel vero senso della parola l’Amiga, mi son dovuto arrendere poi con malinconia allo strapotere della Microsoft. Poi 3 anni fa, con l’avvento dell’apertura della Sixma Srl ci siamo dedicati alle cose pratiche, alla gestione degli interventi, alla risoluzione dei problemi di ogni giorno; e a quel punto Microsoft ha fatto l’effetto voluto dalla grande compagnia: “L’appiattimento Totale” ….

Solo l’anno scorso finalmente mi sono avvicinato ai sistemi operativi Linux, dopo qualche test … è stato subito amore … finalmente qualcosa da provare e da scoprire.

Adesso appena ho saputo dell’uscita di Mint18 … sono corso a scaricarlo per testarlo … A breve cercherò di recensirlo al meglio !

Arturo.